fiori bianchi

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

“Le passeggiate con mio padre di questi suoi ultimi anni, e dei miei con lui, sono tra le cose più preziose che mi capita di vivere. E le attendo e coltivo come se si trattasse dei fiori più belli che mi siano stati dati in sorte, in questo strano giardino su questa strana zolla.” (md.)
 
 
 
 
 
 
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

5 risposte a fiori bianchi

  1. Carla ha detto:

    mi basta vedere le immagini…
    (e non solo quelle che si vedono)
    grazie!

    Mi piace

  2. rozmilla ha detto:

    grazie a te Carla …
    quando penso ai fiori bianchi mi torna in mente questa canzone di Battiato, solo che non so se riesco ad inserire il video .. ci provo

    Mi piace

    • rozmilla ha detto:

      waw, ce l’ho fatta! bisogna mettere prima il link e poi il codice!
      ora che so come si fa, mi sbizzarrisco 🙂

      ma non è che per caso non riuscivi ad aprire il lik della musica che avevo messo nel post? quello che dice “ascolta”?
      (già, perchè adesso mi viene il sospetto)

      Mi piace

  3. md ha detto:

    Satie è amatissimo dal mio bassista e amico Roberto; La cura è amatissima da me, e proviamo anche a farla – ogni tanto – con la mia BandaLarga.
    Che dire? Grazie.

    Mi piace

  4. rozmilla ha detto:

    Grazie a te, Mario.
    Non ho dimenticato il tuo post di anni or sono – La Cura – dove c’era questa canzone, e il concetto di “Sorge” di Heidegger, sul prendersi cura. Forse andrebbe ripassata (quella di Heidegger) o forse rivista, ma non ho dubbi che se autentica non possa che dare dei frutti – e visto che si parla di fiori, il nesso si tiene 🙂
    Un saluto a te e a Roberto, e auguroni per la BandaLarga!

    Mi piace

I commenti sono chiusi.