l’eccezione

 

Fraintendersi è la quasi normalità,
comprendersi è l’eccezione.

 

¥

Galleria | Questa voce è stata pubblicata in fortune cookie, pensieri. Contrassegna il permalink.

5 risposte a l’eccezione

  1. robertomeister ha detto:

    Mi vengono in mente le parole di Marcel Proust: ” del prossimo, le persone giudicano chiare le idee che hanno lo stesso grado di indeterminatezza delle proprie. ”
    Un saluto

    Roberto

    Mi piace

  2. rozmilla ha detto:

    Già .. e il guaio è che forse la maggior parte ritiene di aver idee chiare e risolute.
    E in generale giudichiamo intelligente colui che dice di aver le nostre stesse idee, magari per scoprire poi che non è del tutto vero. Perché le idee sono fluttuanti, e così i sentimenti.

    Infatti qui parlavo del “fraintendimento”, o malinteso, dove più che le idee entrano i gioco le affinità del sentire, modi e nuanches.… cose ben più impalpabili delle idee in cui crediamo di credere.

    Ma per spiegare meglio quelle due righe, devo dirti che è stata la risposta ad un’altra frase, questa:

    “Il fraintendimento è sempre dietro l’angolo, e, una volta avvenuto, almeno un filo si è rotto, irreparabilmente. Bisogna allora sperare che i fili siano tanti, altrimenti … “ (md)
    (vd. link nel commento più sopra)

    Salve Roberto,
    e vista l’ora ti auguro una buona giornata …

    Mi piace

I commenti sono chiusi.