Archivi categoria: morte

tre casi più uno

Questa galleria contiene 2 immagini.

Sembra che la morte e la vita abbiano porte strette, come vasi comunicanti. Entrambi questi eventi sono circondati da un alone di sacralità che può essere percepito soltanto da chi vi è immerso e da chi è e vi è vicino. Come una cartina al tornasole riesce ad indicare senza ombra di dubbio ciò che è acido o basico, ciò che è sacro o profano, e non sbaglia, mi spiace. Ma come dicevo, è raro che possa essere compreso e sentito da chi ne è al di fuori… Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , , , , , | 2 commenti

l’ultima lezione

Questa galleria contiene 1 immagine.

* È da molto che non scrivo in questo blog, ma nemmeno altrove. Ho persino smesso di leggere per un po’, finché qualche mese fa non ho ritirato in libreria La realtà non è come ci appare. La struttura elementare … Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , , , , | 4 commenti

una buona notizia

Questa galleria contiene 5 immagini.

[…] mi ha sempre incuriosito e affascinato questo desiderio umano molto umano, che la morte possa essere sconfitta, che “la morte non ci sia più”. Sconfiggere la morte, che sembra rappresentare l’apice del male, è un’idea messianica molto potente. In ogni parte del globo, in ogni epoca, tramandata da svariate religioni e filosofie, l’immortalità – battendo al fotofinish la mitica “età dell’oro” e il “sol dell’avvenire” – è sempre stata la summa di tutti i desideri umani […]
Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , , , , , , , , | 2 commenti

il giorno dopo

Questa galleria contiene 5 immagini.

In tutti gli eventi di questo tipo il denominatore comune è l’odio – lo sappiamo: l’odio razionalizzato. Vale a dire che a partire da un qualche, magari anche legittimo, sentimento di odio e rancore, qualcuno costruisce un sistema “razionale” che riesce a giustificare la violenza estrema. Sempre che sia una razionalizzazione, e non sia un semplice istinto distruttivo che prevarica ogni razionalizzazione. A quel punto però gli estremi si congiungono, non esistono più distinzioni interne, ma solo esterne, fra “noi e loro”.
Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , , , , , , , ,

la veduta di Delft

Questa galleria contiene 1 immagine.

… anche la patetica inettitudine delle parole a restituire un cielo, l’acqua, il silenzio di una città al mattino. «Così avrei dovuto scrivere … ». Davanti a questo chiaroscuro aereo, rosa salmone e blu ardesia, che lo folgora come un giudizio universale, egli ha questa rivelazione: la sua letteratura insomma non ha saputo esserne all’altezza. «Egli rotolò a terra, accorsero tutti i guardiani e i visitatori». …

Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato | 5 commenti

il piacere di perdonare

Questa galleria contiene 1 immagine.

… li ho visti solo un attimo oggi mentre facevo la curva, e mi è parso di vederla sorridere.
In quel momento stavo pensando a tutt’altro. Ero lì su quella curva e li vedevo mentre pensavo che oltre al piacere di condannare c’è il piacere di perdonare, e se non ci fosse sarebbe un guaio in sovrappiù, soprattutto nel caso non ci sia effettivamente nulla di che, o quasi. E che sì, insomma, è un sollievo quando scopri che, ad esempio, non è stato che un malinteso, o una serie di sciocche coincidenze. A voi non è mai capitato? A me sì.

Diversamente, non dev’essere così facile. Ma non so se sia più o meno facile perdonare il destino, o il caso. Con chi te la puoi prendere allora? E chi puoi smettere di odiare? Te stesso, o la serie di coincidenze da niente che in un attimo ti hanno stravolto la vita?
Continua a leggere

Galleria | 8 commenti

nessuno è dispensabile

Questa galleria contiene 1 immagine.

Ognuno di noi, come una qualsiasi umile e fragile cosa, non è più di una goccia d’acqua, un granello di sabbia, un filo d’erba. Però ho l’ardire di pensare che perfino ogni goccia d’acqua, ogni granello di sabbia, ogni filo d’erba potrebbe essere indispensabile. O per lo meno, che non lo posso né sapere né decidere io, chi sia indispensabile o meno, né che possa deciderlo qualcuno sopra la testa di qualcun altro.

Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato | 3 commenti