Archivi categoria: spazio

sulla frontiera

Questa galleria contiene 2 immagini.

« “Il confine indicherebbe più un limite interno o esterno da non valicare, mentre invece la frontiera richiamerebbe l’idea che c’è un luogo, dove ‘si fanno fronte’ due diversità”. Se questo è vero, “se le frontiere sono il ‘faccia a faccia’ tra due compagini, due culture, due paesi, allora è fondamentale che esse ‘abbiano luogo’ perché siano davvero filtro e palcoscenico della differenza”.»
[F. La Cecla, Il malinteso. Antropologia dell’incontro, Roma-Bari, Laterza, seconda ed., 1998]
Continua a leggere

Galleria | 7 commenti

mikado

Questa galleria contiene 1 immagine.

Splendido gioco il Mikado. Molto educativo.
Lo conoscete, immagino. Si lasciano cadere dei bastoncini stretti insieme aprendo di colpo la mano – come molto spesso accadono o cadono le cose; che dopo se ne stanno lì, ferme e ingarbugliate, oggetti, cose o bastoncini – e con calma se ne toglie dal mucchio uno alla volta sfilandolo piano piano, facendo attenzione a non smuovere quelli accanto, anche se si sfiorano e strusciano uno sull’altro. L’essenziale è che ci sia silenzio, e poco vento – non là fuori, ma dentro …

Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , | 4 commenti

from here to there

Questa galleria contiene 1 immagine.

Non oggi, non ieri, ma già dalla scorsa settimana ho ricominciato a sentire il canto degli uccelli all’alba. Ed era chiaro che l’inverno, quello più duro, si stava già arrendendo. Tra poco non lo ricorderemo nemmeno più, e saremo presi dalla letizia per le occasioni che ci aspettano. È marzo, ci siamo, è la capriola dell’anno. Qualche giorno via per staccare, per poi riprendere di buona lena. Non riesco ad evitare questa deliziosa piccola ansia che mi prende. Non voglio nemmeno, mi lascio trasportare dal desiderio di futuro che attendo e preparo …

Continua a leggere

Galleria | 4 commenti

one for myself

Questa galleria contiene 3 immagini.

(…) diverse mappe che sono state create dal XVII secolo a oggi, che non sono mappe reali, ovviamente, ma creazioni del territorio emotivo ed affettivo del cuore umano come se lo immaginavano nei secoli passati. Ne ho inserito solo alcune, le prime due, create nel 1830 “by a lady”, che rappresentano il “Paese aperto di un cuore di donna” e il “Paese fortificato di un cuore di uomo”. E’ chiaro che queste mappe sono soltanto delle “allegorie” e nessuno qui si sogna di considerarle reali, ma piuttosto ci dicono qualcosa di come nel 1830 o giù di lì, venivano considerati i mondi affettivi rispettivamente maschile e femminile …
Continua a leggere

Galleria | 3 commenti

la penultima versione della realtà

Questa galleria contiene 5 immagini.

“Hay muchas cosas que yo amo en mi vida, y muchos, muchos más de lo que puede tener en la mano o contar con los dedos, y más tiempo pasa más veo que no seria suficiente añadir aún los pies. El vello, tal vez, por suerte tengo bastante. Del odio, en lugar de odios profundos, no se … tal vez porque sólo tengo una cabeza, aunque todavía gruesa, no sé cómo hacerle estar firme. Es que en algún momento vamos hacer la paz con el mundo, que si no la vida puede ser dura. El tiempo que queda. Y uno de mis amores es Borges, el gran viejo ciego que ve las cosas invisibles.” Continua a leggere

Galleria | 2 commenti