Archivi categoria: viaggi

incrociare lo sguardo

Questa galleria contiene 44 immagini.

Incrociare lo sguardo –
questo tremolio di raggio,
che ti trafigge fino a baratri ignoti
dentro di te,
affogati nell’attesa … [Blaga Dimitrova]

Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato | 2 commenti

le cose belle e buone, utili e non dannose

Questa galleria contiene 2 immagini.

Non sempre corro a rispondere al telefono. A volte lo lascio suonare suonare suonare e non rispondo affatto. Per fortuna alla festa della mamma, o giù di lì, oltre ad un suo vecchio cellulare Ampy mi ha rifilato un telefono cordless che non le serviva più. È rimasto sul divano per una settimana, ma poi quando è tornata da Berlino l’ha collegato alle prese e l’ha programmato. Così che ora quando suona riproduce a grandi linee l’Inno alla gioia di Beethoven. Se Beethoven sapesse in quali modi ora usiamo la musica che Dio stesso gli suggeriva, anche se non la sentiva con le orecchie sue, non so come la prenderebbe. Forse male, o non troppo bene – chissà. Dicono avesse un caratteraccio.
Ma certo quando suona il telefono adesso mi irrita un po’ di meno. È più piacevole sentirlo suonare suonare suonare. E lo lascio suonare.
Come ieri mattina.
Ma non passa molto ed ecco che arriva.
– Hai sentito? – grida entrando.
– Cosa?
– Il terremoto!

Continua a leggere

Galleria | 2 commenti

one for myself

Questa galleria contiene 3 immagini.

(…) diverse mappe che sono state create dal XVII secolo a oggi, che non sono mappe reali, ovviamente, ma creazioni del territorio emotivo ed affettivo del cuore umano come se lo immaginavano nei secoli passati. Ne ho inserito solo alcune, le prime due, create nel 1830 “by a lady”, che rappresentano il “Paese aperto di un cuore di donna” e il “Paese fortificato di un cuore di uomo”. E’ chiaro che queste mappe sono soltanto delle “allegorie” e nessuno qui si sogna di considerarle reali, ma piuttosto ci dicono qualcosa di come nel 1830 o giù di lì, venivano considerati i mondi affettivi rispettivamente maschile e femminile …
Continua a leggere

Galleria | 3 commenti

un pensiero

Questa galleria contiene 1 immagine.

Il pensiero è un oggetto curioso, e mi chiedo se è proprio certo che siamo noi a pensare i pensieri, o se invece non siamo noi ad essere pensati dai pensieri. La mia idea, in questo momento, è che mi pare più facile che mi accada di “ospitare” dei pensieri, di prenderli in prestito, o di afferrarli, o pescarli dall’immenso mare del “pensato” umano. E anche se è chiaro, che siano per lo più oscuri i motivi per cui decido, o accetto di ospitare un pensiero anziché un altro, di fare una cernita e infine una scelta preferenziale, mi piace questo atteggiamento verso i pensieri da cui sono attraversata, perché mi permette di staccarmi da loro, di osservarli dall’esterno, come fossero appunto “cose” – frammenti, reperti, antichità, opere d’arte, fotografie, vele, foglie, fiori, sassi e piume – e di gettare su di loro almeno un minimo di sguardo critico, o ironico …
Continua a leggere

Galleria | Contrassegnato , , , | 32 commenti

venti e venti

Questa galleria contiene 16 immagini.

… un altro giorno d’estate a’mmare – della serie “meglio andar per mare che lavorare”. Sotto uno spicchio di luna crescente, una sfilza di chilometri al buio, ma per un giorno di blu intenso n’è valsa la candela, anche se le previsioni davano vento debole e così è stato. Notte in barca senza chiudere l’Occhio, si fa per dire. Al risveglio vento da terra con venti nodi apparenti per alcune ore, calato alle dieci circa senza tornare per tutto il giorno, inutile anche tener su le vele. Però, blu intenso, mi ripeto, e due fantastici bagni alla fonda davanti alle scogliere … Continua a leggere

Galleria | 2 commenti

viaggio in 1° classe – parte prima

Questa galleria contiene 1 immagine.

– è lei il capitano?
– sono io, certo che sono io, non si vede? e tu, ragazzo, immagino vuoi avere informazioni. I ragazzi vogliono sempre informazioni, ma poi non hanno un becco di un quattrino.
– sì, informazioni sul viaggio. Dove si va, quando si parte. Continua a leggere

Galleria

rossodorato

Questa galleria contiene 1 immagine.

Rieccomi di nuovo a casa. È stato un viaggio breve e veloce, più di ottocento chilometri in solo tre giorni, avanti e indietro attraverso questa Italia frastagliata di paesi, strade di terra e asfalto, cemento case ponti colline e pianure, campi verdi e arati, alberi spogli cipressi e siepi, cieli azzurri o grigi cupi e pesanti, luci ed ombre. Specchi d’acqua a fiumi e canali sino al mare.
Sono ancora lì sulla quella spiaggia, davanti a questo mare, con l’odore che penetra nelle narici e mi rimane in testa salato, pungente afrore. Freddo fruscio che mi assale e scoppia dentro a bolle, decine centinaia milioni di bolle. Molecole d’aria imprigionate in micro pellicole d’acqua scoppiettano crepitando nel lento susseguirsi delle onde. Che strusciano, anche ora interminabilmente strusciano accarezzando la rena come lingue ribollenti di lava. Davanti a questo verde veronese opaco in primo piano sul quale spiccano le bianche spumeggianti in file di cinque o sette o nove, non le ho contate – non mi son data la pena – e sfuma sullo sfondo mescolandosi al cobalto fino alla linea orizzontale dove si stacca lieve dal ceruleo cielo velato d’inconsistenti nuvole sfilacciate nel vento. Continua a leggere

Galleria